Sondrio è una città italiana di circa 25.000 abitanti, ed è il capoluogo della provincia omonima.
E’ una zona bellissima da visitare in ogni stagione, ma soprattutto d’inverno, quando i tetti delle case sono come un mosaico di lastre innevate; mentre d’inverno buona parte del tempo la città è ricoperta dalla neve, in estate invece tutte le montagne circostanti diventano una corona verdeggiante, con foreste e pascoli. Quindi questa città è bella da visitare in ogni stagione dell’anno con degli scorci affascinanti e anche con qualche testimonianza storico-artistica.

Sondrio si trova alla confluenza del torrente Mallero con l’Adda, vicino alla Valmalenco, e la città è protetta dal massiccio della Corna Mara, a poca distanza con il confine della Svizzera. Questa zona è anche conosciuta perché ci sono delle importantissimi stazioni sciistiche, che sono quelle di Bormio, di Livigno, di Chiesa in Valmalenco e Ponte di Legno, che rappresentano la principale attrattiva di questa località montana. Sondrio è bella da visitare non solo per le sue montagne, e i suoi incantevoli paesaggi, ma vale la pena anche di vistare il centro, che è un luogo molto piacevole.
Gironzolare per il centro di Sondrio, vuol dire anche avvicinarsi alle tradizioni più genuine, come per esempio quando si incontrano le tante botteghe tipiche, che danno un contrasto con le vetrine più moderne, quando si percorrono le strade vivaci ma anche i vicoli tranquilli, dall’atmosfera un po’ antica.
Il giro della città può iniziare dalla piazza Garibaldi fino alla Chiesa della Collegiata, che si trova in piazza Campello, fino alla piazza Quadrivio: da questa zona è possibile inoltrarsi verso la suggestiva via Scarpatetti, dove si trovano le case fatte in pietra, che si intervallano da alcuni vigneti.

Ci sono tante cose che si possono visitare in questa città; si può far visita alla chiesa di San Rocco, una delle chiese più antiche della città, o anche visitare il castello di Masegera, che si trova appena fuori dalla città ma che vale la pena visitare; questa è una storica struttura che ha subito nel corso della sua storia tanti fatti un pò travagliati, in quanto è stata anche più volte distrutta e ricostruita già a partire dal 1048.

Il castello molto bello dall’esterno, merita una visita anche al suo interno, soprattutto in alcune sale che sono ornate da affreschi che risalgono al cinquecento, e la sala del piano superiore con delle decorazioni colorate, e con il caratteristico soffitto a cassettoni.

Naturalmente che viene a visitare Sondrio deve fare anche una visita al Parco Nazionale dello Stelvio, che è stato istituito nel 1935 , che è uno dei parchi più importanti del nostro paese. C’è una grande flora e fauna, dove vivono camosci, stambecchi, e marmotte, e con altri mammiferi che ne fanno appunto uno dei più importanti parchi europei. Vicino a Sondrio c’è anche la località di Tirano, molto vicina al confine svizzero, e a circa 70 km da St. Moritz, a cui è collegata con il trenino ‘Bernina Express’: questo luogo è conosciuto anche per il Santuario della Beata Vergine, costruito nel 1504, e costituisce un bellissimo esempio di architettura rinascimentale della Valtellina.

Per arrivare a Sondrio ci sono diverse alternative; di solito si segue SS38 dello Stelvio, che unisce la cittadina al Lago di Como e continua verso Bormio. Si può prendere anche il treno che costeggia il Lago di Como e raggiunge Lecco con le altre principali città della zona.