Ascoli Piceno è una città italiana di circa 55.000 abitanti, ed è il capoluogo della provincia omonima nelle Marche.

E’ una città veramente molto bella, considerata una delle città più monumentali del nostro paese, con una varietà incredibili di palazzi, di chiese ed anche di testimonianze storico-artistiche.

Questa città si trova a circa trenta chilometri dal mare Adriatico, circondata da un gran numero di colline, e si inserisce nella confluenza fra il fiume Tronto ed il torrente Castellano, con anche tante aree naturali protette, come il Parco Nazionale del Gran Sasso, i Monti della Laga, ed il Parco Nazionale dei Monti Sibillini.

Anche se la città è piccolina, il suo centro storico è un autentico gioiello: la Piazza del Popolo è uno scenario bellissimo, con degli edifici di pregio come per esempio il Palazzo dei Capitani, come la chiesa di San Francesco, e lo storico Caffè Meletti; molto bella è anche la piazza Arringo che è la più antica della città, con il suo battistero medievale che è dedicato a San Giovanni. Da visitare anche la cattedrale di Sant’Emidio, come il Palazzo Vescovile ed il Palazzo dell’Arengo.

Soprattutto la cattedrale di Sant’Emidio, è molto apprezzata in quanto è sicuramente l’edificio più interessante della città, che è dedicata al suo patrono; molto bella è la facciata di Cola dell’Amatrice, che si espone verso la piazza, con all’interno la cripta di sant’Emidio, ed il bel polittico realizzato da Carlo Crivelli.

Le strade della città hanno una forte impronta medievale, tutte vie piene di monumenti da non perdere: sicuramente da vedere il ponte romano di Solestà, che è fra i pochi del nostro paese che si possono visitare anche al suo interno; da visitare anche le grotte dell’Annunziata, una spettacolare costruzione che risale al periodo romano; da visitare anche il palazzetto Longobardo con la torre degli Ercolani, che è una delle poche che sono rimaste fra quelle citate nei tanti documenti medievali. Molto caratteristica è anche anche la chiesa di San Vincenzo e Sant’Anastasio, che hanno un originale facciata che è divisa in riquadri.

Da visitare è anche il grande Forte Malatesta, una struttura fortificata, che è stata ricostruita su di una rocca preesistente, su volere di Galeotto Malatesta nel 1350.
Interessante è anche la rocca di Castel Trosino che si trova vicino alla città, un antico complesso longobardo che si affaccia sul torrente Castellano, dove fu trovata una delle più ricche necropoli del nostro paese.

Ascoli è anche nota, perchè qui si trova il famoso albero dei Piccioni, di grandi dimensioni, e che è citato per la prima volta nel 1109, collegato alla vita cittadina e piena di leggende locali.

Per arrivare ad Ascoli, si percorre il raccordo autostradale che unisce Ascoli Piceno al casello di S. Benedetto del Tronto dell’Autostrada A14 Adriatica. Si esce a Marino del Tronto, che permette di entrare in città nella zona ad est, dove si passa per la zona artigianale. Si può anche uscire a Porta Cartara che va direttamente nel cuore della città.

Bisogna dire che il clima della città è di tipo subappenninico, con degli inverni freschi e anche umidi, e qualche volta nevica anche copiosamente. Le estate sono abbastanze calde, e anche piuttosto afose.