Asti è una città piemontese, particolarmente conosciuta per il suo omonimo vino spumante, ma anche per altri prodotti enologici molto buoni. E’ una città con circa 76 mila abitanti, ed è il capoluogo della relativa provincia ed è il fulcro della valle del Tanaro, a circa 60 km da Torino, una zona veramente molto bella perchè incastonata fra le celebri colline delle Langhe e del Monferrato.
Asti è conosciuta per lo spumante, ma è anche una città molto interessante da visitare, come per esempio per il suo territorio affascinante, particolarmente ricco di tradizioni , o per le sue testimonianze storiche tutte attorno al suo centro.

Molto bello è il suo municipio romano, conosciuto come Hasta Pompeia, che fu teatro di tanti avvenimenti importanti, come quando è stato la sede del ducato d’Asti, e quando divenne libero comune in epoca medievale, classificandosi fra i centri commerciali più importanti nei secoli XII e XIII non solo in Italia ma anche in tutta Europa.
Il centro di Asti è compreso nella zona della valle del fiume Tanaro; qui ci sono colline molto fertili, ed in tutta la zona centrale viene mostrato quello che rimane del periodo romano, come per esempio la Torre Rossa, ovvero un residuo dell’ingresso occidentale nella vecchia cinta muraria. Da visitare anche le cripte di Sant’Anastasio, di San Secondo e di San Giovanni, dopo aver visto anche il complesso di San Pietro, che si trova nella zona orientale della città, che nell’epoca medioevale ospitava il priorato gerosolimitano di Lombardia.

Parlando di medioevo ci sono molte chiese che risalgono a quel periodo, fra cui spicca la grande Cattedrale di Santa Maria Assunta, che è considerata la più bella e la più importante cattedrale gotica di questa regione. Sempre relativa la medioevo, è la Collegiata di San Secondo, dove sono custodite le reliquie del patrono, la chiesa di Santa Maria Nuova ed anche la chiesa della Madonna del Portone, con la sua porta medievale di San Marco.

Se si passeggia per le vie centrali di Asti ma non solo, si potranno osservare dei bellissimi edifici che sono impreziositi da dei decori sfarzosi, che sono relativi al periodo barocco; relativi al periodo barocco i migliori esempi li si trovano nel palazzo Ottolenghi, con il palazzo Civico e il palazzo Mazzetti.

Come testimonianza dei vari avvenimenti che hanno interessato questa zona, nelle varie piazze delle città e lungo le vie più importanti, si potranno ammirare dei monumenti celebrativi sicuramente da vedere, fra cui spicca quello che è stato dedicato ad Umberto I, che risale al 1903, o il Monumento all’Unità d’Italia del 1898, ma soprattutto il monumento a Vittorio Alfieri del 1862
Ad Asti si svolge anche una manifestazione molto conosciuta, ovvero Il Palio storico di Asti, che è fra le manifestazioni più antiche del nostro paese: la parte più bella della manifestazione e quando c’è corsa di cavalli che sono montati senza sella, dove partecipano vari rioni e borghi.

Prima di questa manifestazione, una settimana prima si tiene anche il Festival delle Sagre Astigiane, molto apprezzata in tema di enogastronomia, che è molto interessante per chi vuole assaggiare tutte le specialità locali.
Sempre nel mese di settembre, si tiene anche la ‘Douja d’Or’, uno fra i più importanti concorsi enologici del nostro paese; nel mese di febbraio si tiene il ‘Carnevale della Famija d’le Maschere Astesane’ dove sfilano maschere caratteristiche, una manifestaziona nata nel XV secolo.

Per arrivare ad Asti, bisogna percorrere l’autostrada A21 Torino – Piacenza che collega Asti con Torino e con Alessandria. Si può arrivare anche in treno, dalla linea ferroviaria Torino – Piacenza – Bologna e con altre reti di collegamenti che da essa si dividono verso le principali città della provincia piemontese.