Il Museum of Modern Art, conosciuto anche come MoMA, è un importante museo americano, che si trova a Midtown Manhattan a New York, sulla 53ª strada, fra la Quinta e la Sesta Avenue.
E’ molto importante per lo sviluppo dell’arte moderna, ed è considerato come uno dei più importanti musei d’arte moderna del mondo.

Il mueso opsita molti progetti d’architettura con diversi oggetti di design, molti disegni, dipinti, fotografie, sculture, serigrafie, illustrazioni, ed anche film ed opere multimediali.

La biblioteca presente al Moma è molto grande, tanto che i suoi archivi contano più di 300.000 libri, più le schede personali di più di 70.000 artisti.

L’idea di aprire un museo d’arte moderna, era nata nel 1928 da Abby Aldrich Rockefeller, la moglie del più famoso John D. Rockefeller Jr. Il primo spazio espositivo venne aperto il 7 novembre del 1929, anno in cui ci fu il crollo di Wall Street. Questo fu uno dei primissimi musei americani che fu dedicato per intero all’arte moderna e d’avanguardia.

La collezione di questo museo in origine era solo composta da circa otto stampe e pochi disegni avuti da donazioni, e in poco tempo si ampliò velocemente. Nel novembre del 1929, venne fatta la prima mostra che ebbe molto successo, dove fuorno esposte delle opere di Van Gogh, di Gauguin, di Cézanne, e di Seurat.

Il museo, era inizialmente ospitato in sei stanze fra gallerie ed uffici, al dodicesimo piano del Manhattan’s Heckscher Building. Successivamente si spostò in altre tre sedi provvisorie. Si tennero sempre in quel periodo altre esposizioni di artisti
fra cui quella di Vincent van Gogh, che era stata inaugurata il 4 novembre del 1935. Questo mostra comprendeva circa 66 dipinti ad olio, più 50 disegni provenienti dall’Olanda, con anche delle lettere scritte dallo stesso artista. La mostra ebbe un grande successo, e fu solo un anticipazione dell’importanza che oggi ha Van Gogh
Nel 1937 il MoMa si trasferì nel Time & Life Building all’interno del Rockefeller Center, che è oggi la sede attuale, rinnovata anche secondo l’International Style da architetti moderni come Philip L. Goodwin e Edward Durell Stone.

Il museo crebbe di importanza anche grazie alla famosa retrospettiva dell’opera di Picasso del 1939-40, che era stata organizzata anche con la collaborazione dell’Art Institute of Chicago.
Grazie al rinnovamento che c’è stato nel museo, gli spazi espositivi si sono quasi raddoppiati, con una superficie di circa 58.000 m².

Ci sono state diverse critiche per il costo elevato del biglietto, di 20 dollari che lo fa il più costoso fra i musei di New York. C’è di buono che il Venerdi dopo le ore 16 l’entrata è gratuita. Il museo è comunque molto visitato, con circa più di 2 milioni di visitatori all’anno.

Fra le opere più belle si possono ricordare quelle di Paul Cézanne Neve sciolta a Fontainebleau”, ” Bagnante”, “Natura morta con mele”, e “Strada a Montgeroult”; quelle di Marc Chagall “Io e il mio paese”, “Compleanno”; l’oper di Salvador Dali “la persistenza della memoria”; Edgar Degas “Dalla modista” l’opera di Vincent Van Gogh “Notte stellata“, e tante opere di Pablo Picasso.