Il Rijksmuseum Amsterdam, ovvero il museo statale di Amsterdam, più semplicemente Rijksmuseum, è un museo che si trova nella Stadhouderskade, 42 ad Amsterdam in Olanda.

E’ un museo molto interessante da visitare, in quanto qui sono presenti le più grandi collezioni di opere d’arte, che risalgono al periodo d’oro dell’arte fiamminga, tra il 1584 ed il 1702, ed anche delle considerevoli collezioni di arte asiatica.

Il museo venne fondato nel 1800 a L’Aia, dove vennero esposte le collezioni degli statolder olandesi, prendendo spunto dai francesi. Il suo nome originario era semplicemente Galleria Nazionale d’Arte che in olandese è tradotto Nationale Kunst-Gallerij. Nel 1808 questo museo venne trasferito ad Amsterdam su ordine di Luigi Napoleone, che era nipote di Napoleone Bonaparte. I dipinti che erano di proprietà della città, come per esempio La ronda di notte di Rembrandt, entrarono a far parte della collezione.

Nell’anno del 1863 era stata indetta una gara, per decidire dove poteva essere progettata la nuova sede per il Rijksmuseum, ma alla fine tutte le proposte furono scartate, perchè nessuna aveva una qualità ritenuta sufficiente. Partecipò anche Pierre Cuypers, dove il suo progetto ottenne il secondo posto. Ci fu nel 1876 una nuova gara e Pierre Cuypers vinse. Il progetto era molto interessante, e comprendeva un mix di elementi gotici ed anche rinascimentali. La sua costruzione iniziò il 1 ottobre del 1876. L’edicio era riccamente decorato, all’interno ed anche all’esterno, con parecchi simboli relativi alla storia dell’arte olandese. Ci fu anche una gara relativa alle decorzione dell’edificio, dove i vincitori per questa competizione risultarono B. van Hove and J.F. Vermeylen per le sue sculture, G. Sturm per le mattonelle e i dipinti, e infine W.F. Dixon per le vetrate. Il museo venne aperto nella nuova sede il 13 luglio del 1885.

Nel 1890 venne aggiunto al museo un nuovo edificio, che era stato costruito sui resti di alcuni edifici demoliti, e nel 1906 venne costruita un sala che ospita attualmente la Ronda di notte di Rembrandt. Anche gli interni furono migliorati, e precisamente intorno fra gli anni venti e gli anni cinquanta, quasi tutte le pareti furono ridipinte, e attorno agli anni sessanta vennero costruite delle sale da esposizione, e dei nuovi pavimenti all’interno dei due cortili. L’edificio ha subito anche dei restauri nel 2000.

Il museo comprende delle opere importanti, fra cui opere di Jan Steen, soprattutto di Rembrandt fra cui “la ronda di notte” di Jacob Van Ruisdael, di Jan Vermeer, di Frans Hals e tanti altri.

Ci sono tante opere di Rembrandt fra cui “La ronda di notte” del 1642, “I sindaci dei drappieri”, “La sposa ebrea”, “La lezione di anatomia del Dottor Deyman”, “Concerto di musici in costume”, “Geremia lamenta la distruzione di Gerusalemme”, “Bambina con pavoni morti”, “Negazione di Pietro”, “Titus in veste di san Francesco”.

Ci sono opere di Johannes Vermeer, fra cui “Lattaia”, “La lettera d’amore”, “Donna in azzurro che legge una lettera”, e “Stradina di Delft”.
E’ presente anche un opera di Willem Buytewech “Corteggiamento gentile”, del 1618 circa.