Formia è una bella cittadina italiana, di circa 40.000 abitanti della provincia di Latina nel Lazio.
E’ una città che è stata abitata fin dai tempi dell’antichità, ed è stata una meta turistica molto conosciuta anche in epoca romana come danno testimonianza le numerose ville, o quelle che ne rimangono, dove fra le più celebri spiccano quelle di Mamurra e Mecenate.
Quando ci fu la caduta dell’impero romano, Formia fu saccheggiata dai barbari e dopo la guerra greco-gotica, tutti gli abitanti fuggirono sulle colline spopolando la città; si crearono due nuclei abitativi che sono diventati i sobborghi di Gaeta: uno è quello marittimo di Mola di Gaeta, dove fu anche costruita alla fine del XIII secolo da Carlo II d’Angiò un fortilizio, e l’altro è quello di Castellone, nome che prende dal castello di Castel Leone fatto costruire da Onorato I Caetani, conte di Fondi.
Un altro avvenimento storico che si può ricordare, è che durante la seconda guerra mondiale la città ha subito dei grandi danni nel 1944, con sanguinose battaglie fra le montagne di Mignano Monte Lungo. Purtroppo la maggior parte del patrimonio storico ed artistico della città è andato perso.

La città si trova nel Golfo di Gaeta, ed è immersa in un bellissimo scenario ricco di fascino; come detto in precedenza a Formia si potranno vedere tantissimi ruderi, che sono quello che è rimasto delle antiche ville romane, con i resti dell’anfiteatro romano, come anche l’antica tomba di Cicerone. Questa risale al I secolo a.C., ed è una costruzione alta circa venti metri. In questa zona si possono ammirare anche la tomba di Tulliola, ovvero figlia di Cicerone, la fontana di San Remigio, il teatro romano che è molto ben conservato.

Da visitare anche la Basilica di Sant’Erasmo, con la Torre di Mola del Duecento che faceva parte del distrutto Castello Angioino, e la Chiesa di San Giovanni Battista, sempre molto antica in quanto risale al Quattrocento. Molto bella è la Villa Rubino, che è stata realizzata su volere del principe Caposele, circondata da un rigoglioso giardino, ricca di statue, di bassorilievi, di molte iscrizioni romane, e di frammenti di mura antiche.

Formia fa anche parte del Parco Naturale dei Monti Aurunci, dove si possono praticare molte attività escursionistiche. Fra le varie escursioni da non perdere quella al monumento del Redentore, che domina tutta la città con una vista bellissima.

Formia è anche una città piacevole per le feste patronali che vengono organizzate. Si celebra il 2 giugno la fiera di Sant’ Erasmo nel quartiere Castellone, o quella del 24 giugno nel quartiere Mola quelle in onore di San Giovanni. Durante queste feste, le statue dei vari patroni vengono trasportate durante la processione per le vie della città. Alla fine delle feste, non mancano spettacolari spettacoli pirotecnici.

Per raggiungere Formia, in auto si può prendere l’Autostrada del Sole A1, ed uscire a Cassino, per poi imboccare la Superstrada per Formia. Arrivando da Nord si può uscire a Roma Sud dall’Autostrada del Sole A1, per poi continuare sul Raccordo Anulare verso Sud-Napoli, prendendo poi la Strada Statale 148 Pontina.
Si può anche arrivare in treno, con collegamenti quotidiani fra le stazioni di Roma e Napoli, e con alcuni treni diretti da Milano-Bologna-Firenze.

Da considerare anche che il clima della città, è piuttosto mite tutto l’anno. Gli inverni sono freddi ma non rigidi, mitigati dall’influsso del Tirreno; a gennaio le temperature medie vanno da una minima di 2°C ad una massima di 11°C; le estati sono calde e ventilate grazie allla brezza marina, dove le temperature vanno da una minima di 17°C ad una massima di 30°.