Marrakech è una città del Marocco che si trova al centro-sud del Paese, a 150 km circa dalla costa dell’oceano atlantico. Si trova in prossimità delle montagne dell’Alto e del Medio Atlante, a circa 50 km dal massiccio del Djebel Toubkal , la montagna più alta del Marocco, che supera abbondantemente i 4000 metri di altezza.

In questa città si possono visitare diverse cose, tra cui far visita ai souk, con le vie movimentate della Medina e ammirare la varietà di colori durante la notte nella città, e sentire i tantissimi odori tipici della vita marocchina.
Le cose più caratteristiche da fare a Marrakech sono il bere una tazza di tè verde, in uno dei tanti caffè della medina gustando i loro piatti tipici come il tanjine; trascorrere una notte in una tenda berbera nella tranquillità del deserto; visitare il centro della città fra i vari itinerari di Marrakech con visita anche alla piazza Djemaa el Fna, il centro della vita notturna di questa città; fare shopping in una via del suk, acquistando gli oggetti più disparati ed anche pernottare in un riad, ovvero la tipica casa marocchina che viene trasformata in piccolo hotel di charme, avendo anche la possibilità di fare dei profumati massaggi nell’hammam.
Queste sono soltanto alcune cose che si possono fare in questa città. Marrakech è una città molto antica, che è stata fondata fra il 1060 ed il 1070 da Yūsuf ibn Tāshfīn, ovvero un capo militare che dopo aver conquistato buona parte del Marocco , occupò anche al-Andalus dopo la sconfitta dei re cristiani in Spagna.

Questa città ha avuto nel corso della sua storia sempre una grande importanza commerciale, importanza che perse fra il XVII ed il XIX secolo e che riacquistò solo alla fine dell’800. Attualmente Marrakech è forse la città più importante del paese, e conto circa 1.460.000 abitanti, che la fa la città più conosciuta del Marocco, ed è la seconda per importanza commerciale, dopo la capitale Casablanca.

Marrakech è praticamente divisa in due, con la città vecchia e la medina, che è racchiusa entro le mura, e la città nuova più moderna.
In questa città ci sono anche diverse moschee che si possono visitare, come per esempio la moschea Kutubiya, dove si trova un grande e più appariscente minareto, che prende il nome dalla moschea, alto circa settanta metri, ed è il minareto più antico delle tre torri almohadi.
Una delle zone più caratteristiche è quella a Nord, dove sorge la piazza Jema‘a al-Fnaa che è occupata dai suq: sono dei mercati al coperto che si dividono in numerose piccole vie e piazzette, dove ciascuna delle quali si caratterizza da delle attività specifiche: ci sono i venditori di pelle, di lana, ci sono anche i gioiellieri, i tintori e tanti altri. Questi souk si stendono fino alla Moschea di Ben Youssef ed alla medersa omonima.
Per arrivare in questa città si parte da Roma o da Milano e si vola con la Royal Air Maroc o con l’Alitalia.