Carrara è una città italiana con circa 68.000 abitanti della provincia di Massa e Carrara in Toscana.
La città è famosa in tutto il mondo per il Marmo di Carrara, ovvero un marmo bianco particolarmente pregiato che viene direttamente estratto dalle vicine Alpi Apuane.

Storicamente parlando, con Massa tra il XV ed il XIX secolo, si costituì il Ducato di Massa e Carrara; altro fatto storico da citare, che la città di Carrara nel 2007 è stata insignita della medaglia d’oro al merito civile, per un grande contributo che è stato dato fra il 1943 e il 1945 conto la lotta di Liberazione dal nazi-fascismo.
E’ una città bella da visitare, con tanti monumenti tra cui spicca il duomo risalente al XII secolo ed anche il palazzo ducale che risale al XVI secolo, che è ora sede dell’Accademia delle Belle Arti.

A Carrara ci sono anche dei interessanti musei, fra cui il Museo civico del marmo, in viale XX settembre, la Cava-museo di Fantiscritti, ed il Museo della Scultura, in via Canal del Rio. Il Museo del Marmo è il più importante della città, ed è nato nel 1982, per l’iniziativa del Comune di Carrara, avente lo scopo di dare una documentazione sulla cultura del marmo che caratterizza questa città. Con il passare del tempo si è trasformato in una sede importante , dove è possibile ammirare diversi reperti archeologici, molti documenti grafici, ed anche macchinari per la lavorazione del marmo con calchi, modellini e campioni di marmo.

Da visitare Il palazzo ducale, il palazzo principale della città, che domina Piazza Aranci fino ad arrivare a Piazza Mercurio. Attualmente Il palazzo è la sede della Prefettura e dell’Amministrazione provinciale.
Una delle attrazioni principali è comunque il castello Malaspina di massa e il castello di Carrara. La rocca di Massa risale al 1300, ed è abbastanza ben conservato, che ripercorre tre momenti storici, come quello medioevale con la sua torre obertenga, un periodo tardomedievale, e rinascimentale con l’ingrandimento della parte medievale, per opera di Giacomo Malaspina.
Inizialmente ll castello era stato costruito come fortezza difensiva, e poi passò come residenza nobiliare con Antonio Alberico Malaspina che construì il palazzo.

Da visitare anche il Duomo di Carrara, che fu terminato nella stessa forma di come lo vediamo oggi nel 1395. Il Duomo è a tre navate, dove quella centrale con soffitto a capriate e quelle laterali con delle volte a crociera. Il Duomo è stato costruito in epoche diverse , a partire dal XI secolo. Molto bello è anche il campanile che è composto da cinque piani con delle finestre ogivate, che sono alternate da colonnine marmoree. Al suo interno ci sono delle importanti opere d’arte, fra cui i sei altari minori, con quello rinascimentale e quello barocco che è stato dedicato a a San Ceccardo, patrono di Carrara.

Ci sono tante chiese che si possono visitare come la Chiesa di San Francesco che risale all’inizio del Seicento, quando Carrara era ancora governata da Carlo I Cybo Malaspina; la Chiesa del Carmine che risale al XVII secolo, la Chiesa della Madonna delle Lacrime che conserva al suo interno un altare di Francesco Baratta, il Santuario della Madonna delle Grazie progettata da Alessandro Bergamini, la Chiesa di San Michele che è stata realizzata fra la fine del XVIII secolo e la metà del XIX, la Chiesa di Santa Maria Assunta appena fuori Carrara, che è divisa in tre navate, e presenta un portale che risale al 1554.