Faenza è una bella cittadina italiana di circa 60.000 abitanti che fa parte della provincia di Ravenna in Emilia-Romagna. La città è inserita sull’antica via Emilia, fra Imola e Forlì, e si trova ai piedi dei primi rilievi dell’Appennino faentino; vanta una bella storia ricca di avvenimenti importanti, che soprattutto negli ultimi anni, è stata impreziosita da testimonianze artistiche particolarmente pregevoli.

Faenza è molto conosciuta soprattutto per la produzione delle ceramiche artistiche, e in questa città si trova anche una famosa Accademia d’Arte, dove vengono in tal senso organizzate diversi eventi culturali durante l’anno, che animano anche strade e piazze.

In pratica di questa città si può dire che è più piccola di una grande metropoli, ed è più grande di un paese, e queste caratteristiche la fanno a misura d’uomo, con un grande e bel centro storico, inaccessibile per le macchine ma adibito solo al passaggio pedonale. Il centro storico è veramente bello, soprattutto durante le giornate di festa quando ci sono le colorate bancarelle nei giorni in cui c’è il mercato, con le luci dei negozi o gli scorci nascosti tra una via e l’altra.
Ci sono degli angoli di questa città che sono stupendi, con dei monumenti degni di nota. Una delle piazze più belle è sicuramente la piazza della Libertà, con la sua bellissima Cattedrale che risale al XV secolo, che è stata progettata da Giuliano da Maiano, ed è affiancata da una bellissima fontana del seicento di Paganelli, e dalla vicina Torre Civica, che si protende verso la vicina Piazza del Popolo.

Nella Piazza del Popolo si trovano il Palazzo del Podestà ed il Palazzo Municipale, che un tempo era la reggia della famiglia Manfredi, ovvero la famiglia padrona di Faenza. Da qui si va verso la Corte della Molinella, dove si affaccia anche il bel Teatro Masini, che risale alla fine del Settecento.

Per quanto riguarda l’arte, questa città non invidia nessuno, in quanto c’è il prestigioso Museo Internazionale delle Ceramiche, uno dei più belli ed importanti al mondo, con una collezione bellissima di ceramiche faentine, ed internazionali, sono suddivise in ordine cronologico, ovvero con una sezione antica ed una moderna. La parte del museo più estesa è quella che è dedicata alla produzione artistica locale, con delle opere d’arte di grande valore che vanno dall’età romana fino ai giorni nostri, ed anche con capolavori di Picasso, di Matisse, di Chagall, di Lèger e tanti altri grandi maestri novecenteschi.

Particolarmente prestigiosa è anche la Biblioteca Comunale, che è nata al tempo di Napoleone, che custodisce più di 400 mila volumi, che sono stati donati da diverse famiglie aristocratiche. Per risalire alle origini di questa antica biblioteca, si può trovare una cospicua documentazione nell’Archivio di Stato, dove è anche conservata un’antichissima pergamena che risale al 979.

Se si fa in tempo, si può anche visitare il bel Palazzo Milzetti, considerato una degli esempi architettonici più preziosi e riusciti del neoclassico italiano. Da visitare anche il Palazzo delle Esposizioni, la Pinacoteca Comunale ed il Museo Civico di Scienze Naturali
Anche il clima della città è piacevole, che si caratterizza da temperature piuttosto miti; nel mese di gennaio che è il mese più freddo, le temperature medie hanno una minima di 1°C con una massima di 6°C; luglio ed agosto che sono i mesi più caldi, hanno una media che va dai 20°C di minima con 29°C di massima.

Per arrivare a Faenza, venendo da Bologna in auto si può percorrere la SS9 Emilia o anche l’autostrada A14 uscendo proprio a Faenza. Si può arrivare anche in treno seguendo la linea Milano-Lecce venendo da Bologna o Rimini, o sulla Firenze-Faenza venendo da Firenze, e sulla Ravenna-Faenza venendo da Ravenna. Si può anche arrivare in aereo atterrando a Bologna, Rimini o Forlì.