Lecce è una bella città della Puglia, con circa 430.000 abitanti, ed è il capoluogo dell’omonima provincia in Puglia. Si trova nella bella regione del Salento, considerata la città principale dal punto di vista culturale della penisola salentina, dove si trova anche la sede dell’omonima arcidiocesi e dell’Università del Salento.

Lecce presenta un clima di tipo mediterraneo, con degli inverni abbastanza miti ed delle estati calde ed umide. Il mese più freddo è quello di gennaio dove la temperatura si aggira attorno ai 9 °C; il mese più caldo è agosto dove la temperatura media arriva sui 25,2 °C.

Una delle attrazioni principali è la sua Basilica di Santa Croce, un bellissimo monumento considerato il simbolo del barocco leccese, costruita fra il 1549 ed il 1695, ricca di simboli, con mole statue e decorazioni. Molto bello è anche il Duomo di Maria Santissima Assunta, che si trova nell’omonima piazza, costruito a partire dal 1144, e terminato quasi un secolo più tardi. Questa cattedrale è stata anche ristrutturato negli anni fra il 1659 ed il1670. Per quanto riguarda sempre le costruzioni religiose, merita anche la Chiesa di Sant’Irene dei Teatini, che è stata dedicata a santa Irene, che è stata la patrona della città fino al 1656, e che è stata costruita a partire dal 1591.

Un’altra attrazione è il castello della città; è stato realizzato su volere di Carlo V per difendersi dalle invasioni turche. All’interno di questo castello attualmente si svolgono diverse manifestazioni culturali. Dal 1500 sono rimaste intatte a Lecce anche diverse porte, ed anche molto belle; una delle più importanti è la Porta Napoli, o anche arco di Trionfo, che è stato costruita nel 1548 in onore dell’imperatore Carlo V. Da considerare anche la Porta Rudiae che venne ricostruita nel 1700 per volere di un patrizio leccese.

In questa città si possono anche visitare diversi siti archeologici, come l’Ipogeo Palmieri, un importante testimonianza di architettura funeraria messapica, che si può visitare all’interno del giardino di Palazzo Guarini. Da visitare anche il bellissimo Anfiteatro Romano, che si trova nella centralissima Piazza Sant’Oronzo, che è stato costruito in Età Augustea ed aveva una misura di circa 102 × 83 metri e che conteneva circa 25.000 spettatori.
Sempre in questa zona si può anche visitare quello che rimane del teatro romano, in quanto solo un un terzo della struttura è visitabile, il resto è ancora nel sottosuolo.

Si possono visitare anche alcuni musei, come il Museo Archeologico Provinciale “Sigismondo Castromediano”, il Museo Missionario Cinese e di Storia Naturale, il Museo Provinciale delle Tradizioni Popolari “Abbazia di Cerrate”, la Pinacoteca d’Arte Francescana, il Museo Storico ed Archeologico dell’Università del Salento, ed il Museo Archeologico Faggiano.
Una considerazione è da fare anche per la cucina di questa zona, tipica del Salento.

È una cucina dove non si usano tanti ingredienti, ma sono tutti buoni e genuini.