<img src="http://viaggi.leonardo.it/wp-content/uploads/sites/15/2012/09/vercelli10.jpg" alt="" title="Visita alla città di Vercelli, in Piemonte" width="375" height="501" class="alignnone size-full wp-image-32401" /
Vercelli è una bella cittadina che si trova fra Milano e Torino, ed è un territorio pianeggiante e molto fertile, che viene solcato dal Po e dal suo piccolo fiume Sesia, ma anche bagnato da tantissimi corsi d’acqua, che lo rendono un terreno ideale per coltivare il riso. Questa città è considerata una delle città principali del Piemonte, che è anche il capoluogo della provincia omonima e popolata da circa 48 mila abitanti, con una serie di testimonianze storico-artistiche notevoli, con diverse soluzioni turistiche.

Vercelli era sicuramente più bella prima delle due guerre mondiali, in quanto il centro storico a suo tempo aveva subito gravi danni, ma rimangano comunque molte testimonianze anche che risalgono al medioevo, come per esempio la piazza Cavour, che è circondata da antiche dimore porticate, con la imponente Torre dell’Angelo; sono presenti anche bei palazzi rinascimentali e barocchi, da delle linee neoclassiche, che si possono notare nel suo Duomo.
L’attrazione più importante è forse la Basilica di Sant’Andrea, costruita fra il 1219 e il 1228 su volere del Cardinale Guala Bicchieri, ottimamene ornata da diverse sculture che furono realizzate da Benedetto Antelami.

Da visitare anche la Cattedrale di Vercelli, che è dedicata al santo patrono Eusebio, che è stato anche il primo vescovo della città e dell’Italia nord-occidentale.
Questa cattedrale è stata restaurata solo in passato, e il suo bel campanile venne inserito nel XII secolo ma bisogna dire che è ancora ottimamente conservato. Nei secoli successivi venne creato l’altare della ‘Madonna dello schiaffo’, e nel 1682 si costruì la cappella del Beato Amedeo, su volere dalla duchessa Maria Giovanna Battista di Savoia, che ci posò la prima pietra di persona. Come chiese si può anche visitare quella di San Cristoforo, in quanto sono presenti dei splendidi affreschi di Gaudenzio Ferrari.

Vercelli è una città anche piuttosto culturale, in quanto sono presenti dei musei interessanti, come le belle collezioni artistiche presenti nel Museo Camillo Leone e del Museo Borgogna, considerato la principale pinacoteca del Piemonte subito dopo la Galleria Sabauda di Torino.
A Vercelli si trova anche la più antica università piemontese, che è stata fondata nel XIII secolo. Sempre in tema di cultura a Vercelli si tengono sempre tante manifestazioni, come la processione delle macchine, che si tiene la sera del Venerdì Santo, dove sfilano per le vie cittadine principali, dei monumentali statuari in legno, che rappresentano la Passione di Cristo.
Molto interessante è anche la corsa dei buoi, che si tiene nelle località di Asigliano e Caresana, che è una una gara di velocità a breve durata che è stata inaugurata più di 700 anni fa.
Altra manifestazione tradizionale, è il Palio del Col d’Oca, a Fontanetto Po, che si tiene i primi di settembre; qui ci sono quattro cavalieri, uno per ogni rione cittadino, che si sfidano galoppando cercando di strappare il collo di un fantoccio fatto di legno a forma di oca che è appeso ad una fune, fino a fare tre giri di tutto un percorso circolare, per poi riposare il collo su una cesta. Durante la gara si tiene anche una bella sfilata storica in costume, con bellisismi carri allegorici e cavalieri, con sbandieratori e giullari. Molto bella è anche la festa che si tiene durante il Carnevale di Vercelli, con le principali maschere locali che sono il Bicciolano e la sua amata Bela Majini.
Il clima di Vercelli non è dei migliori, ma con tutte le sue bellezze e manifestazioni che si tengono durante l’anno, si può venire in qualsiasi stagione.

Per arrivare a Vercelli si può prendere l’autostrada A4 Torino-Milano e la A26 Gravellona Toce-Voltri, Si arriva anche in treno sulla linea Torino-Milano. In Aereo si atterra a Torino.