Vitoria-Gasteiz è una città della Spagna, capoluogo de facto, con circa 240.000 abitanti, della comunità autonoma dei Paesi Baschi, nonché il capoluogo ufficiale della provincia di Álava.

Una delle cose più interassanti di questa città, è il suo quartiere medievale antico, molto ben conservato e che è considerato tra i più bei centri storici di tutta la penisola iberica, e che nel 1987 è stato dichiarato monumento nazionale. E’stato anche soprannominato per la sua forma caratteristica la Almendra Medieval ovvero Mandorla Medievale.

Da visitare sicuramente la Cattedrale, che è l’edificio antico più importante; l’antica Cattedrale di Santa Maria è stata costruita nel punto più alto della collina del Campillo, nella zona più antica di Vitoria.
Durante il corso della sua storia la chiesa è stata più volte modificata fino a darle l’aspetto originario.

Altre chiese interessanti ono la nuova Cattedrale della Maria Immaculada, dallo stile neogotico costruita nel 1907 e consacrata nel 1967; le chiese gotiche di San Pedro, di San Vicente che sono tutte e due del XV secolo, e la chiesa di San Miguel risalente al XIV secolo, che si caratterizza in quanto è inserita nelle vecchie mura, dove è si trova nahce la statua coeva in diaspro della Virgen Blanca, la patrona della città; importante è anche la chiesa di San Antonio del Seicento.

Il centro della città, è la Plaza de España, una piazza 1791 che presenta degli edifici porticati neoclassici; al centro della piazza si trova il monumento del 1917 a testimonianza della Battaglia di Vitoria del 21 giugno del 1813.
Altri edifici civili da considerare, sono la Casa del Cordon del XV secolo, attualmente sede del Museo civico, che si caratterizza per avere una torre inserita nelle mura; il Palacio Ajuria-Enea, l’attuale sede del governo e del presidente chiamato in basco “Lehendakari”; interessante è anche il Palazzo de la Diputacion, risalente al 1858, ed il palazzo del Parlamento Basco, sempre dll’Ottocento.

Vitoria presenta anche diversi musei, qualsi il Museo di Arte Contemporanea ARTIUM, il Centro-Museo Basco di Arte Contemporanea ARTIUM, che è stata inaugurato nel 2002, dove si può ammirare una bellissima collezione di arte basca e spagnola, che parte dagli inizi del XX secolo e che arriva ai giorni nostri.
Da considerare anche il Museo di Belle Arti di Vitoria, che si trova nella casa-albergo del Conte di Dávila, un bellissimo splendido palazzo in stile eclettico, dove si possono ammirare delle collezioni di arte basca, romanica e gotica, fiamminghi e anceh diversi dipinti che risalgono al XVIII secolo. Da visitare anche il Museo Archeologico, che si trova in Plaza de la Burullería, sicurmente una delle zone più belle della città, dove sono conservati reperti preistorici e romani.
Molto interessante è anche il Museo Provincial de Armeria che è dedicato alle armi e alle armature che vanno dal XV sec. al XVI, con armi dei popoli africani ed asiatici; il Museo delle Scienze Naturali, ed il Museo Fournier de Naipes, che si caratterizza per avere la più grande collezione di carte da gioco al mondo.

Bisogna considerare che Vitoria è una delle città europee con la media più alta di zone che sono adibite a parchi pubblici: ci sono ben 45 metri quadrati di verde che sono dedicati a persona. Tutti i quartieri più moderni hanno larghe strade e sono tutti viali alberati immersi nel verd, con giardini e parchi interni contigui alla città. I parchi più importanti, sono il Parque de la Florida, il parco del Prado, il Parque de Molinuevo e l’Anillo verde che circonda tutta la città.

Vitoria presenta molto feste che vengono organizzate durante l’anno, come quella che si tiene in agosto, dove in plaza de la Vírgen Blanca si svolgono le feste patronali con l’apparizione del personaggio chiamato Celedon. In aprile, si tien la festa in onore di San Prudenzio; da non perdere il Festival internazionale del Jazz che si tiene a luglio, e anche quello del teatro e del video.