Vigevano è una cittadina italiana di circa 65.000 abitanti, che si trova in provincia Pavia a circa mezzora da Milano, ed è molto carina da visitare, soprattutto il suo centro storico. Vigevano si trova esattamente nella Lomellina nord-orientale, attaccata al fiume Ticino, che separa la città dalla provincia di Milano.
Il suo clima è di tipo temperato sub continentale, dove gli inverni sono umidi e freddi , e le estati calde ed anch’esse molto umide.

Il massimo splendore della città si ebbe con il periodo visconteo-sforzesco, quando è diventata la residenza ducale e un centro commerciale di grande importanza, soprattutto per la lavorazione della lana e del lino.
Una delle piazze principali della città, è Piazza Ducale che è stata costruita nel 1492. In questa piazza molto grande, sorge il Duomo che venne rifatto nel 1531, e i cui lavori terminarono nel 1606. Il suo interno è molto bello, con una croce latina con tre navate, dove è conservato il suo aspetto del tardo rinascimento.

Da visitare anche il castello della città, la cui costruzione iniziò nel 1345 da Luchino Visconti, ma che fu poi ripresa cinquant’anni più tardi da Gian Galeazzo Visconti, e nel ‘400 da Galeazzo Maria Sforza. Anni più avanti Ludovico il Moro, trasformò questo Castello in una bella e fastosa residenza.

Merita attenzione anche La torre del Bramante, che è stata trasformata dall’architetto verso la fine del ‘400.
Per quanto riguarda le costruzioni civili, una delle più belle è Il Palazzo Ducale, che costituisce una delle parti originarie del Castello Visconteo. Vicino al palazzo si trova anche la loggia delle Dame. Molto bello è anche l’ottocentesco Palazzo Crespi, dove si trova il Museo Civico; il museo è diviso in tre sezioni: la prima comprende il Civico Museo Archeologico dove sono esposti dei reperti preistorici, paleontologici, con dei cimeli del risorgimento; la seconda c’è la Pinacoteca con delle opere di pittori vigevanesi che vanno dall’800 al ‘900; la terza sezione è la parte dedicata alla Calzatura “Pietro Bertolini”, che ripercorre il panorama completo delle calzature, attraverso vari periodi storici.
Da considerare anche piazza della Repubblica, dove si trova il Palazzo Sanseverino, che ha avuto il suo nome dal genero di Ludovico il Moro.

Per quanto riguarda le chiese, merita attenzione La chiesa di San Pietro Martire, che è stata costruita nel 1363 da Bartolino da Novara, ed alla sua destra sono presenti due chiostri che risalgono al ‘400. Altra chiesa che merita una visita, è la chiesa di San Francesco, sorta nel 1379 ed ampliata nei secoli successivi.

Molto carino è il suo centro storico, dove sorge la grande è famosa piazza della città, dove sono presenti tanti caffè, ristorantini, e negozi dove fare shopping.