Le Solomon Islands, o anche conosciute Isole Salomone, rappresentano una nazione sotto forma di isola, di origine vulcanica bagnate dalle acque dell’Oceano Pacifico in Melanesia, ad est della Papua Nuova Guinea e a nord delle Isole Vanuatu. Queste isole fanno parte di un grande arcipelago, per la precisone di circa 1.000 isole sia grandi che piccole, che raggiungono un totale di circa 28.000 kmq.

In questo momento le Isole Salomone vengono governate da una monarchia parlamentare indipendente nell’ambito del Commonwealth britannico, pur se il Capo dello Stato è comunque la Regina Elisabetta II. La capitale di questo stato è Honiara, una piccola città di circa 50.000 abitanti che si trova sulla più grande delle isole dell’arcipelago: Guadalcanal.

La storia di queste isole, è molto antica in quanto le prime persone che le abitarono, risalgono addirittura al 2.000 a.C. Progressivamente ci furono mercanti e diversi navigatori che arrivarono dalle Figi, e colonizzarono diverse isole, introducendo anche nuove specie di animali e anche di piante. Arrivarono poi i conquistatori inglesi, che sbarcarono in queste coste verso la metà del XIX secolo. Nel 1893 queste Isole Salomone divennero un Protettorato britannico, uno status che rimase in vigore fino al 7 luglio del 1978, anno in qui fu proclamata l’indipendenza. Un altro avvenimento storico importante, si ricordano durante la seconda guerra mondiale, le battaglie fra gli americani ed i giapponesi.

Queste isole sono si contraddistinguono da una vasta vegetazione tropicale, da una fauna molto ricca e da delle bellissime acque cristalline, che sono ricche di migliaia di pesci coloratissimi, che fanno di queste isole un paradiso terrestre
L’isola più famosa dell’arcipelago è Guadalcanal, dove si trova anche la capitale Honiara, e dove si trova anche la montagna più alta dell’arcipelago, ovvero il Mount Popomanaseu, con i suoi i 2.333 metri di altezza. Guadalcanal, ha un estensione di circa 6.000 kmq quasi tutti coperti dalla giungla, per circa il 94% dell’estensione totale.

Ci sonotante bellezze di carattere paesaggistico, ma soprattutto la capitale è anche uno pochi posti dove si possono praticare divere attrattive, come la Government House, un bel edificio architettonicamente molto significativo, o visitare il Museo Nazionale, dove poter osservare diversi manufatti della cultura locale, o anche visitare il Villaggio Culturale Melanesiano.

La città, è anche dotata di un aeroporto che è collegato a molte isole, e rappresenta una tappa importante del viaggio, in quanto qui si trovano la maggior parte dei servizi dell’arcipelago.
Le altre isole interessanti sono l’isola di Santa Isabel, di Malaita, di Choiseul, di New Georgia e di Makira. Poi ci sono degli isolotti considerati più come atolli, fra cui spicca l’atollo di Rennell, quello di Ontong Java, di Santa Cruz, di Bellona, di Tikopia, Anuta, e di Fatutaka. Le isole occidentali sono comunque quello più visitate dai turisti; il mare è bellissimo, con dei pesci di ogni tipo, coralli e palme.

Da visitare anche nella parte opposta dell’isola, la città di Tulagi, ovvero l’antica capitale delle Isole Salomone. Questo è un posto tranquillo, indicato per gli amanti delle immersioni, anche per le tante lagune che sono protette dalle correnti oceaniche. Altra posto da vedere, è l’isola di Malaita, con la graziosa cittadina di Auki, che si affaccia su una laguna particolarmente bella.

Altra considerazione da fare, che in queste isole si trova anche un sito che è stato dichiarato Patrimonio dell’Umanità dall’UNESCO, ovvero la parte orientale dell’isola di Rennels, un atollo molto piccolo, dove si trova il Parco Nazionale di Te’ Nggano, protetto dal 1998.

Il clima è equatoriale, che si contraddistingue da delle temperature molto elevate, ed anche da tasso di umidità alto praticamente tutto l’anno. La temperatura media è di circa 27 gradi, ed il periodo migliore per visitare l’arcipelago è fra giugno ed agosto.