L’Alaska, dal 1959 è diventato il 49° Stato degli Stati Uniti; ha una popolazione di circa I 650 mila abitanti, ma questo paese è veramente molto grande. Questo stato decise di diventare uno stato americano, per porre fine alla guerra dei salmoni. I salmoni hanno costituito sempre la loro ricchezza, ma per colpa degli industriali americani, che posero migliaia di trappole sui tanti fiumi, c’èra il pericolo che venissero estinti. Soltanto grazie al nuovo governo, si pose fine alle trappole che hanno per lungo tempo devastato i salmoni.

Un’altra grandissima richezza di questo paese, è il petrolio, tanto che l’Alaska è diventato uno degli Stati con il più alto tenore di vita, con addirittura una prospettiva di ricchezza superiore anche al Texas e alla California, che hanno la possibilità di produrre petrolio come l’Arabia Saudita.
Ancora oggi l’Alaska è rimasta la terra dei salmoni, del petrolio ed anche dell’oro, ma è anche un paese dai viaggi avventurosi che porteranno in qualche modo il turista, a scoprire i confini della nostra amata terra.

Quando si arriva in Alaska, si arriva ad Anchorage che rappresenta il punto di arrivo con i voli intercontinetali; una volta arrivati qui, ci saranno lunghe distanze da affrontare con le poche strade disponibili, che vi porteranno a scoprire i parchi naturali fra i più belli di tutto il mondo.

Il parco più famoso è quello di Denali, e sicuramente il più visitato, ma è soprattutto noto perchè qui si trova la montagna più alta di tutta questa regione, ovvero il Monte Mc Kinley. Vedendo questa montagna si ramarrà sicuramente stupiti per la sua bellezza, e la sua maestosità; è una montagna che parte dalla pianura, che sale subito di colpo verso i 6000 metri, e questo è uno spettacolo unico al mondo.

Un altro parco molto conosciuto, è il parco di Katmai anch’esso veramente molto bello; qui vivono i Kodiak, che sono una variante del Grizzly, l’enorme orso americano. Uno spettacolo che si è sicuramnte visto in tantisismi documentari, in estate è possibile vedere questi orsi che catturano e mangiano i salmoni, mentre si posano sul fiume aspettando che i salmoni risalgono il torrente per deporre le uova.

Le altre zone più interessanti sono quelle nella regione a nord, in direzione della città più nordica, Barrow. Qui ci sono i parchi di Kobuk valley e Gates of the Artic, che offrono anch’essi fantastici spettacoli. Anche le regioni del sud hanno tanto da offrire, come il Glacier Bay, un luogo molto simile alle più remote zone della Groenlandia e della Patagonia, dove si sviluppano grandi ghiacciai. Il ghiacciaio di Malaspina, è il più grande di tutti gli Stati Uniti; c’è anche il parco di Wrangell-St. Elias dove si potranno fare escursioni, in mezzo a foreste ricche di alci, lupi e caribou.

L’Alaska è anche famosa per un’altra cosa, ovvero l’aurora boreale; se si viene in questa terra nei mesi di settembre o ottobre, appena poche settimana prima che torni il grande gelo e il ghiaccio, se si è fortunati, nel cielo dell’Alaska si potrà assistere ad uno spettacolo unico al mondo, quello appunto dell’Aurora boreale. Quando c’è l’aurora boreale, si potranno ammirare nel cielo delle colorate luci, con il cielo che si tingerà di rosso e di verde, che con il brillare delle stelle, sembrerà quasi di stare su un altro pianeta.