Monterosso è una bellissima cittadina italiana, di sole 1.500 abitanti della provincia della Spezia in Liguria. Questa città costituisce la zona più occidentale delle cosiddette Cinque Terre.
Monterosso si trova in posizione centrale rispetto ad un piccolo golfo naturale, che è protetto da una piccola scogliera artificiale, a levante di Punta Mesco nella Riviera spezzina.
Nelle zona ad ovest di questo borgo, oltre il colle dei Cappuccini si trova l’abitato di Fegina, una naturale espansione che si caratterizza da un bel impianto turistico-balneare a dispetto del borgo antico, che si può raggiungere attraverso un tunnel di pochi di metri.

Monterosso fa anche parte del Parco nazionale delle Cinque Terre ed il suo mare rientra nell’Area marina protetta delle Cinque Terre; la città si trova incastonata in una conca naturale, ed è una città ricca di fascino che è incorniciata da villaggi di pescatori molto interessanti che ne accrescono la sua particolarità.
Ci sono arenili molto ampi che caratterizzano questa zona, ma anche delle belle calette dall’aspetto misterioso, con acqua molto pulita. Il mare è quindi molto bello, ma è importante anche la terra circostante, sia per l’economia della città, ma anche perché la bellezza di questo posto è data anche dai i rilievi che si innalzano vicino alle località costiere.

E’ una città piccolina che presenta alcune cose interessanti da vedere, con edifici storici di grande valore, come per esempio la Chiesa di San Giovanni Battista che si è iniziato a costruire nel 1282 e conclusa nel 1307. La chiesa è anche formata da una torre campanaria molto grande che risale al periodo medievale. Molto bello da visitare è anche il Castello di Monterosso, costruito da i genovesi.

A Monterosso è molto accogliente la natura circostante, dove si possono fare delle belle passeggiate, come per esempio verso Punta Mesco, una vetta dove si conclude il golfo di fronte al centro abitato, il tutto attraverso un percorso panoramico. Andando avanti lungo il percorso, si incontrerà il vecchio faro che è da tempo stato abbandonato, da dove si può ammirare un panorama a dir poco spettacolare.

Sicuramente da vedere è anche la famosa Statua del Gigante, che è stata realizzata nel 1910 ad opera di Francesco Levacher. E’ alta circa 14 metri e pesa più di 160 tonnellate, e raffigura Nettuno che è appoggiato ad uno sperone roccioso che sovrasta tutta la villa dove Eugenio Montale trascorse gran parte della sua vita e delle sue vacanze.
A Monterosso è anche molto piacevole partecipare alle sue manifestazioni tradizionali, anche perché è un ottima occasione per assaggiare i piatti più buoni della cucina di questa regione, e anche per conoscere le usanze locali. Nel mese maggio c’è la sagra del limone, dove tutte le strade profumano di agrumi, e dove tutte le stradine si riempiono di bancarelle di ogni tipo dove si può anche comprare i loro prodotti locali.

Sempre in questa occasione, è bello partecipare alla passeggiata chiamata “8000 passi al profumo di limone”, che porta i turisti lungo le strade di Monterosso partendo dalla casa di Montale, dove verranno toccati i punti più belli della luogo. Molto bella è anche la sagra dell’acciuga fritta, che si tiene il terzo sabato di giugno, come anche la sagra dell’acciuga salata verso la fine settembre, e la festa del vino, sempre in questo mese. In estate si tiene invece la Festa di San Giovanni Battista, il 23 ed il 24 di giugno; si caratterizza da un falò dei bambini, e da belllissimi spettacoli pirotecnici.

Il clima di Monterosso, così come quelle delle Cinque, si caratterizza da delle estati calde ma non afose, e da una stagione invernale dove le temperature vanno da una minima di 4°C ad una massima di 11°C. In estate si va dai 19°C ai 29°C di massima..

Per raggiungere Monterosso in auto, si percorre l’autostrada A12 Genova-Livorno con uscita Carrodano, per poi proseguire sulla strada provinciale SP566 per Levanto e infine si prende la SP370 fino a Monterosso.