Andare a vivere in Australia potrebbe essere una valida soluzione per combattere la crisi economica che ha ormai investito la quasi totalità dei Paesi europei (se si esclude la Germania e i paesi nordici). Nel Nuovissimo Continente è infatti ancora possibile potersi realizzare lavorativamente aprendo un’attività o lavorando in qualche struttura. In questa guida spiegheremo i passi da seguire per andare a vivere in Australia (per maggiori info sull’Australia cliccate qui).

Occorre tener presente, come prima cosa, che le leggi australiane, specialmente quelle relative all’immigrazione, sono molto rigide e per questa ragione occorre seguire passo passo le istruzioni che elencheremo. All’inizio occorre entrare con un permesso di lavoro (working holiday), durante questo periodo si potrà cercare lavoro e fare colloqui in loco. Per l’alloggio ci sono comodissimi ostelli e bed and breakfast che costano solo $100,00 a settimana (per altre info sull’Australia cliccate qui).

Grazie a Skype, se no si vuole andare in Australia senza lavoro, è possibile fare direttamente dei colloqui online e quindi avere la possibilità di recarsi in loco direttamente con un contratto. Se si ha già un lavoro si entra con un permesso della durata del contratto di lavoro, e già si può iniziare a cercare una stanza o un monolocale in affitto direttamente dall’Italia oppure arrangiarsi nell’ostello e cercare in loco (scelta consigliata perché si ha la possibilità di vedere gli appartamenti e le camere direttamente e non via foto). Gli italiani sono molto richiesti negli ambiti culinari, come cuochi, camerieri, e baristi, se si è pratici in queste professioni nel Nuovo Continente sarà molto semplice trovare occupazione (per info su come trasferirsi in altri paesi cliccate qui).

photo credit: mugley via photopin cc