“Tutte le strade portano a Roma”, oltre ad essere una frase celebre è anche l’incipit dell’album musicale di esordio dell’Orchestra di Piazza Vittorio, una band numerosissima che è stata fondata nel quartiere della capitale italiana che, a ridosso della stazione ferroviaria centrale, è divenuta punto d’incontro della popolazione mista che vi risiede e che quindi contribuisce musicalmente alla pacifica convivenza tra persone di etnia diversa.

Ma Roma, che durante l’epoca antica è stata la sede dell’impero romano, che mediante le campagne espansionistiche ha unito sotto di sé le popolazioni dell’occidente e dell’oriente del mondo allora conosciuto, è stata anche il luogo in cui è stata fondata la Chiesa che, parimenti all’egemonia politica del periodo di Cesare, ha continuato a contenere sotto di sé le genti che abitano l’intero pianeta, divenendo meta di pellegrinaggio cattolico.

Oggi però si può anche dire che “tutti i voli portano a Roma” visto che la metropoli cuore pulsante della politica e dell’amministrazione del Paese, e capitale di arte e cultura, consta di due scali aeroportuali, quello situato nella località di mare di Fiumicino, che è intitolato a Leonardo da Vinci, e quello di Ciampino, sempre più attrezzato e transitato dai viaggiatori poiché serve moltissime compagnie low cost che giungono da tutta Europa, come da Paesi più lontani, ad esempio la Russia.