Esplorare l’Africa, conoscere i suoi territori, vivere la sua storia, è forse il sogno di diversi viaggiatori, esploratori e vacanzieri, ma purtroppo l’Africa non è solo mistero, animali esotici e bellezze naturali, ma anche fame, povertà, e malattia, per questa ragione in questa guida spiegheremo come volontariato in Africa, in modo che chi abbia il desiderio di aiutare il prossimo, e specialmente i bambini malati (per info sull’Africa cliccate qui).

Ci sono diverse associazioni che si occupano di organizzare servizi di volontariato in Africa, se si ha quindi la possibilità di prendere un periodo di aspettativa o almeno un mese di vacanza, si può dare la disponibilità a una di queste Onlus (che si possono trovare comodamente su internet) e presentare una candidatura specificando il proprio curriculum vitae e tutto ciò che si sa fare sia in ambito tecnico che in quello medico-infermieristico (per ulteriori info sull’Africa cliccate qui).

Le zone del continente dove si cercano più operatori sono: Etiopia, Ghana, Kenya, Marocco, Senegal, Tanzania, Togo, Sudafrica e Uganda. Si può operare in diversi ambiti, dai trasporti (se si possiedono le patenti necessarie, all’insegnamento, passando per il giornalismo o la tutela dei diritti umani. Qualsiasi cosa si sappia fare si può quindi utilizzare per il bene di questi territori. Se non si sa fare qualcosa di specifico niente paura, anche fare l’animatore per dei bambini, o aiutare gli ospedali da campo nella logistica è ben accetto (per altre informazioni sull’Africa cliccate qui).

Per partecipare ci si deve iscrivere a una associazione che lavora sul territorio e proporre o dare la disponibilità per un progetto (ne appaiono diversi sui siti di queste associazioni), scegliendo tra quelli in cui si possiedono maggiori esperienze.

photo credit: Medici con l’Africa Cuamm via photopin cc