Con l’autunno alle porte cambiano gli itinerari da scegliere per i nostri viaggi. Un’idea se siete alla ricerca di un tour all’insegna del sapore è quello che ci porta sulle vie del pistacchio di Bronte.

Il pistacchio verde di Bronte è stato insignito del marchio Dop nel 2009 e il raccolto oltre ad avvenire proprio nella stagione autunnale avviene negli anni dispari, proprio come il 2011.

Per degustare i buonissimi fruttini verdi è possibile fare un week end nella Sicilia nord orientale, che fra le altre cose è una meta davvero interessante anche sotto il profilo paesaggistico.

Rimanendo in ambito culinario basti pensare che la parte nordorientale della Sicilia oltre ad essere caratterizzata dalle influenze arabe che caratterizzano la gastronomia dell’isola è anche la patria della pasta alla norma, fatta con le melanzane fritte, pomodoro, ricotta salata e la così detta ‘ pasta ‘ncaciata’ condita con dei cavolfiori cucinati in un soffritto di cipolla e insaporiti con acciughe salate.

Una chicca: se siete alla ricerca di ottimi dolcetti al pistacchio e di un gelato da leccarsi i baffi allora visitando Bronte non perdete l’occasione di una tappa alla pasticceria Meli, raccomandata anche dalle migliori guide slow food.

Sarete fuori tempo massimo per la sagra del pistacchio che si tiene ogni anno la prima settimana di settembre, tuttavia potete affrontare la visita del complesso dominato dal Duce a nelson, che comprende la residenza dei nelson, oggi trasformata in museo, i resti di un’antica abbazia immersa in un parco a dir poco lussureggiante.