Volagratis.com è andato alla ricerca dei 6 Festival di Carnevale più strani d’Europa, quelli più insoliti, di cui si parla poco. Dalla Francia al Belgio, da Malta alla Germania.

Santa Cruz – Tenerife dal 27 febbraio al 10 marzo. È il più “brasiliano” dei carnevali europei: quest’anno il tema è “La profondità marina”. Sagre, spettacoli, sfilate e folkloristiche parate, uno spettacolo unico a cui vale la pena assistere almeno una volta nella vita.

Dunkerque – Francia dal 2 febbraio al 23 marzo. Il clou dell’evento è il martedì grasso con il lancio delle aringhe, ovvero quando, tra canti, balli e giochi pirotecnici, il corteo sfilerà sotto il palazzo del Municipio dai cui balconi venivano lanciate tradizionalmente le aringhe affumicate, poi sostituite dai cioccolatini, in ricordo dei grandi bacchetti che venivano organizzati per salutare i pescatori impegnati nei mari del Nord.

Colonia – Germania dal 28 febbraio al 6 marzo. I festeggiamenti cominciano con la nomina del “triumvirato” composto dal Principe, dal Contadino e dalla Vergine, personaggi interpretati da uomini che saranno i protagonisti delle feste. Tradizionale è anche la sfilata di carri allegorici che distribuiranno leccornie agli spettatori. Per il martedì grasso previsto il grande rogo del pupazzo di paglia simbolo dell’anno vecchio da lasciarsi alle spalle.

Nadur – Malta dal 28 febbraio al 5 marzo. Nadur si trova sull’isola di Gozo dove si svolge il “Carnevale silenzioso”, ovvero una sfilata di maschere bizzarre, satiriche e grottesche che rimangono silenti nel tentativo di camuffare la propria identità. In quell’occasione in molti si presentano con alcuni cartelli che riportano invettive e battute satiriche rivolte alle personalità pubbliche.

Binche – Belgio dal 3 al 5 marzo. La festa si compone di due parti: l’avanti-Carnevale e il Carnevale vero e proprio. Protagonisti della parata del martedì grasso sono i personaggi allegorici del folklore locale che si esibiscono in danze tradizionali, indossando sabot di legno, maschere e un tipo speciale di campana. Sono rigorosamente accompagnati da un suonatore di tamburo, non possono sedersi in pubblico e non devono ubriacarsi.

Parigi – Francia dall’1 al 5 marzo. Si tratta di una festa goliardica che prevede una grande parata di maschere e carri allegorici il 3 marzo. L’origine del Carnevale di Parigi, come saprete, risale alla medievale Fete des Fous, giorni di sfrenata ebbrezza e follia.

Viaggiare da soli si può

Al Carnevale potrete recarvi con la vostra dolce metà, coi vostri amici oppure… da soli. Secondo Volagratis.com quattro italiani su dieci vorrebbe provare l’esperienza di viaggiare in solitaria. È un’ottima occasione per conoscere meglio se stessi: lontano dalla “comfort zone” si ha tempo per riflettere, per scoprire i propri punti di forza, le proprie mancanze e debolezze. Un ottimo rimedio contro la depressione, un modo per diventare più responsabili, indipendenti e consapevoli. Dove andare? In Spagna, Grecia, Germania e Malta.