Parigi, la città dell’amore per eccellenza merita di essere visitata, almeno una volta nella vita. È ricca di attrazioni naturali, artistiche e architettoniche incredibili. Potete visitare musei del calibro del Louvre, quartieri affascinanti come Montmartre o passeggiare lungo la Senna, ma non solo. Qui, a Parigi, si trova la Torre Eiffel, uno dei monumenti più famosi al mondo. La sua storia è molto affascinante e va conosciuta.

La storia della Torre Eiffel dal 1889 a oggi

Realizzata per l’Esposizione Universale, la Torre Eiffel fu inaugurata il 31 marzo 1889 tra le critiche di intellettuali e parigini che, in un primo momento non la apprezzavano e la consideravano persino brutta. Tra coloro che presero parte alla realizzazione della Torre vi fu, ovviamente, il “padre” Gustave Eiffel, insieme agli ingegneri Maurice Koechlin e Emile Nouguier, coadiuvati dall’architetto Stephen Sauvestre. Per realizzarla ci vollero 26 mesi di lavori e, una volta terminata l’Esposizione Universale, l’idea era quella di distruggerla, ma come ovvio, così non fu.

Parlando di numeri, per dare un’idea della magnificenza di quest’opera, la torre è in ferro composta da oltre 18mila pezzi, pesa circa 7000 tonnellate e, nel 1889, era alta 312 metri, oggi però è stata alzata dalle antenne per le radiotrasmissioni e arriva ai 324 metri.

La Tour Eiffel è di proprietà della Societé Nouvelle D’Exploitation che ne cura la manutenzione e ogni anno la ripittura. La torre è poi illuminata da 352 proiettori da 1000 watt, 20mila lampadine e 800 luci.

Tutte le curiosità sulla Torre Eiffel

Spostandoci invece sulle curiosità che rendono la Torre Eiffel così speciale, nel 1902 un fulmine colpì la cima della torre creando, fortunatamente nessun danno, ma uno spettacolo visivo di grande impatto. Altra curiosità riguarda la sua altezza perchè, nelle giornate particolarmente calde, la Torre di “alza” di alcuni centimetri per la dilatazione del metallo. Inoltre, visto che inizialmente la Torre Eiffel non era amata dai parigini aveva un soprannome: l’asparago di ferro. Dalla sua apertura ad oggi oltre 250milioni di persone sono salite sulla sua cima: è una struttura stabile e salda anche mentre la si costruiva, soltanto un operaio su 300 che vi lavoravano vi ha perso la vita. Insomma, la Torre Eiffel è una bellezza che va scoperta non solo in modo superficiale, ammirandola dall’esterno, ma anche nei suoi piccoli dettagli.